AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

Più semplici le autorizzazioni ambientali per le piccole medie imprese. Lo schema di regolamento sull’autorizzazione unica ambientale è stato approvato in prima lettura dal Governo il 14 settembre 2012. Lo schema di Dpr è stato emanato in attuazione dell’articolo 23 del Dl 5/2012 convertito in legge 35/2012 (decreto “Semplificazioni”) e, secondo quanto ivi enunciato, il regolamento dovrà essere improntato ai seguenti criteri:

  • l’autorizzazione sostituisce ogni atto di comunicazione, notifica ed autorizzazione previsto dalla legislazione vigente in materia ambientale;
  • l’autorizzazione ambientale è rilasciata da un unico ente;
  • il procedimento deve essere improntato al principio di proporzionalità degli adempimenti amministrativi in relazione alla dimensione dell’impresa ed al settore di attività, nonché all’esigenza di tutela degli interessi pubblici e non dovrà comportare l’introduzione di maggiori neri a carico delle imprese.

Ai sensi dell’articolo 1 dello schema di Dpr possono usufruire dell’autorizzazione unica ambientale:

  • gli impianti non soggetti alle disposizioni sull’autorizzazione integrata ambientale;
  • le PMI così come individuate dal Dm 18 aprile 2005, articolo 2.

La domanda dovrà essere presentata al Suap (Sportello unico per le attività produttive) e dovrà indicare gli atti per i quali si chiede l’autorizzazione unica ambientale e tutte le informazioni richieste dalle norme di settore.